LA REGINA NUDA

Bella, ricca e stupefacente regina
ogni angolo della tua veste frusciante straborda di preziosita'
Tanto splendida quanto sola, la regina vagava senza pace
nei lunghi corridoi del palazzo reale
Dov'è Virgilio, dov'è il poeta?
Dov'è Virgilio il poeta, Virgilio il fluttuante, dov'è...
Virgilio l'uomo delle mille avventure ha abbandonato la nave
la nave dei desideri, il vascello dell'amore, il giaciglio onde tu eri coricata..
.ignuda, vogliosa, voluttuosa
ed ansimante
ma ignara ed illusa.
Un dolce infuso, un liquido tumorale, un intruglio fatale
ti aspetta al fondo del tuo eterno vagare
o ti resta che abbandonare la nave...
Turpe, sanguinolenta, sporca e gravida
la regina ha abbandonato la nave
la regina nuda ha lasciato la nave
e con essa qualsiasi sogno d'amore , gioia e volutta'





NOTTE E GIORNO

Il mio cuore l'ha mangiato
uno che mi ama un po di notte
ma mi odia di giorno

Il cuore l'ha sbranato
uno che mi stringe forte di notte
ma ruggisce di giorno

oggi ho passato tutto il giorno
a guardare fiso il muro del soggiorno
la mia mente vagamente immaginava non so che...ma il soffitto si abbassava minaccioso su di me

Nelle notti d'amore
le notti si d'amore che ti ho regalato
dicevi, forse ubriaco
amore mio come sei bella
dammi un figlio...lo voglio da te, si da te
vglio un foglio da te!

ma nei giorni
tu sei già con lei
e mangi con lei , cucini per lei, fail'amore con lei ,si con lei ,si con lei ,si con lei

Oggi ho passato tutto il giorno
a pensare di poter spaccare il mondo
la mente è offuscata e non pesa piu granchè
e domani forse il mondo cadrà a pezzi su di me!





PECORA NERA

Son vestita di sterpi e di rami
e di pensieri vani.
Destinata al continuo emigrare ,
semino danni e poi mi getto nel mare.

Vago sospinta da uno stato febbrile,
ballo succinta in un sentiero di spine.
Se vuoi trovarmi puoi venire a scoprire
dove vivono le pecore nere.

Da madre incerta e da padre poeta,
fin da piccola ero già senza metà.
Ad occhi chiusi mi sapev'orientare,
nel buio ho passato già molte ore.

Ero rondine ora sono gabbiano,
dai tetti scuri ad un mare pagano.
se vuoi trovarmi puoi venire a scoprire,
come vivono le pecore nere.

Ed ora scusa ma ti devo lasciare
il treno parte la nave è pronta a salpare
se vuoi trovarmi poi venire a scoprire
come vivono le pecore nere
dove crescono le pecore nere...

 

ERI JUAN

Nel paese dove tutto è possibile,
ma nulla è reale
la vita di un uomo che..tutto quel che aveva lo teneva stretto
in una sola mano.
Ma un bel giorno non gli basto,
lasciò tutto e via dalla sua terra
afro,cino,indio,iano oppure napoletano
ma stavolta era Juan ed era cubano.

Su di un'isola,su quell'isola,
la tua isola , eri Juan!
Eri Juan, tutti conoscevano Juan!

Sei finito in un grosso agglomerato urbano
e mai nessuno che si affacci mai
dalle finestre del 31esimo piano
Ehi caroJuan,
nella tua isola , l'orizzonte era a portata di mano
su di un'amaca, su quell'amaca
la tua amaca eri Juan,
eri Juan,,tutti conoscevano Juan!
L’orizzonte era a portata di man..





AD OCCHI CHIUSI

Stasera, ad occhi chiusi
aspetterò che il mondo si plachi
e poi tutto sparirà.

Ad occhi chiusi cadrò nell’oblio
sprofonderò,riemergerò
e mi lascerò remare
In un lungo e stretto canale
Sfiorerò fogliami, bagnerò le mani
E infine sfocierò in un mare

In un mare ad occhi chiusi
Cavalcherò le onde
E sempre ad occhi chiusi
Vedrò il sole tramontare

Naufraga di me stessa
Infine toccherò una terra
la fiuterò, la tasterò
e poi mi sdraierò.

Ad occhi chiusi aprirò il mio petto
E prenderò il mio cuore
Lo stringerò,lo curerò
e lo proverò ad amare
e proverò ad amare.